Dilazione pagamenti e agevolazioni fiscali

Siamo operativi in tutta Italia

Riforma pensioni/ Salvini: ci stiamo lavorando con Durigon

Dilazione pagamenti e agevolazioni fiscali

Siamo operativi in tutta Italia

LE PAROLE DI SALVINI

Matteo Salvini ha sentito oggi Mario Draghi, “per parlare di Afghanistan, salute e lavoro. Non penso che abbia come sua priorità i parchi di Latina”. Il leader della Lega, a margine di un evento elettorale a Roma, secondo quanto riporta Askanews, ha risposto così a chi gli chiedeva delle richieste di dimissioni del sottosegretario all’Economia Claudio Durigon. Salvini ha ricordato che “con Claudio Durigon stiamo lavorando alla nuova riforma delle pensioni che interessa milioni di italiani, la storia ha già condannato fascismo e comunismo. Quasi tutti gli estremismi tranne quelli islamici”. Secondo quanto riporta barbadillo.it, l’ex ministro dell’Interno ha anche aggiunto che “non sono una mia preoccupazione le mozioni contro Durigon. Io sono al governo per risolvere i problemi, non per crearli come fanno Pd e M5S. Noi lavoriamo per costruire, non per distruggere”. Vedremo se dagli altri partiti della maggioranza torneranno le pressioni per un passo indietro del sottosegretario leghista.

RIFORMA PENSIONI/ Il modello svedese con anticipo a 62 anni (ultime notizie)

ADDIO AL PIN PER L’INPS

In un articolo pubblicato su Italia Oggi, Daniele Cirioli ricorda che dal 1° ottobre diventerà inutilizzabile il pin “per accedere ai servizi online sul sito Inps” per i cittadini, mentre questo stop scatterà dal 1° settembre per gli utenti registrati con un profilo diverso, come intermediari, imprese, consulenti e professionisti). Bisognerà quindi munirsi delle credenziali Spid, Cie e Cns. Il primo caso è quello più noto e che ha portato recentemente anche a code alle Poste per avere la propria “identità digitale”. Meno nota la possibilità di utilizzare la Carta di identità elettronica (Cie) tramite smartphone dotato di lettore NFC. Come pure la possibilità di usare la Tessera sanitaria, che ormai contiene anche la Carta nazionale dei servizi (Cns), tramite un lettore di smart card (che va acquistato) collegato al computer e un codice pin. Procedure non semplici per tutti i pensionati, ma con cui bisogna fare i conti in questa fase di passaggio.

RIFORMA PENSIONI/ La Cgil boccia i conti dell’Inps su Quota 41

Mutui per non bancabili anche per liquidità

Siamo operativi in tutta Italia

I DATI SUGLI INATTIVI

Sandro Neri, in un articolo pubblicato su Il Giorno, quotidiano che dirige, ricorda che nonostante i nuovi 400.000 occupati del primo semestre, restano “ancora tutti da sciogliere i nodi che riguardano il mondo del lavoro. E che sono spesso alla base dell’alto tasso di disoccupazione. Considerando pensionati e studenti l’Italia ha almeno 4 milioni di occupati in meno rispetto alla media europea. Un’anomalia che assegna al nostro Paese un triste primato, visto anche l’aggravamento del 3 per cento legato all’esplosione del Covid”. Neri ricorda che ci sono 1,2 milioni di giovani Neet e un altro milione di senza lavoro tra “uomini e donne fra i 30 e i 69 anni di età”. Tra l’altro tra gli inattivi ci sono anche quanti “hanno deciso di dedicarsi allo studio, a un periodo “sabbatico”, alla gestione della famiglia, perché il lavoro e la retribuzione offerta non sono considerati accettabili o perché possono vivere con una pensione o un sussidio”. Dati che con tutta probabilità verranno presi in considerazione nel momento di studiare misure di riforma pensioni.

RIFORMA PENSIONI/ Cna chiede minime a 680 euro

RIFORMA PENSIONI, IL QUADRO COMPLICATO

Diventa sempre più complicato il quadro sui possibili interventi di riforma pensioni. In un articolo su ildomaniditalia.eu, Francesco Provinciali ricorda che si parla di prorogare Opzione donna, “sempre che il Ddl Zan non definisca ‘sessista’ questa scelta accondiscendente verso il mondo del lavoro al femminile. Detta così può sembrare una sciocchezza, ma in realtà mette a nudo la vulnerabilità e il pericolo di interpretare alla lettera il ‘coming out’ che il Ddl Zan postula e sostiene. Perché – come accaduto in altri ambiti della vita civile e dello sport – se passa la linea dell’identità sessuale ‘percepita’ come prevalente rispetto a quella data da madre natura (espressione forse anch’essa discriminante nella definizione del genere femminile della natura) potrebbero verificarsi dei casi di traslazione di genere per beneficiare di questa opzione”.

L’IPOTESI DI UN MUTUO

In linea del tutto teorica, infatti, un uomo potrebbe dire di sentirsi donna per usufruire di Opzione donna. Tuttavia, ciò comporterebbe un ricalcolo contributivo dell’assegno pensionistico piuttosto penalizzante. Il sito del Secolo d’Italia rilancia invece quanto riportato da Investire Oggi circa la possibilità che possa essere introdotta una misura per anticipare il pensionamento tramite un mutuo con cui poter versare i contributi mancanti al raggiungimento dei requisiti minimi. Un’ipotesi che appare una versione molto più complicata dell’Ape volontario che non è più in vigore. Difficile quindi che incontri il favore degli italiani. Sarebbe quanto mai opportuno che il Governo si pronunciasse sulla materia previdenziale dopo la pausa estiva.

— — — —

Dilazione pagamenti e agevolazioni fiscali

Siamo operativi in tutta Italia

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

“https://www.ilsussidiario.net/news/riforma-pensioni-il-quadro-complicato-sulle-misure-possibili-ultime-notizie/2211911/”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Mutui anche per liquidità

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: